Noi, quelli/e che restano – della Puglia migliore.

Siamo quelli che restano
In piedi e barcollano su tacchi che ballano
E gli occhiali li perdono e sulle autostrade
Così belle le vite che sfrecciano
E vai e vai che presto i giorni si allungano
E avremo sogni come fari
Avremo gli occhi vigili e attenti e selvatici e selvatici, selvatici
Siamo quelli che guardano una precisa stella in mezzo a milioni
Quelli che di notte luci spente e finestre chiuse
Non se ne vanno da sotto i portoni
Quelli che anche voi chissà quante volte
Ci avete preso per dei coglioni
Ma quando siete stanchi e senza neanche una voglia
Siamo noi quei pazzi che venite a cercare.

Leggi tutto “Noi, quelli/e che restano – della Puglia migliore.”

Who cares if one more light goes out?

“Non ti ho cambiata, lo sai”. La mia nota, come giusto, passerà inosservata. La scrivo per onestà intellettuale, oltre che per rispetto verso gli oltre 13 anni di vita su 31 passati orgogliosamente con una tessera di partito in tasca, a cavallo tra la Puglia di nascita e la Toscana di adozione.

Quest’anno non rinnoverò l’adesione a Sinistra Italiana, la comunità politica che ho avuto l’onore di guidare in provincia di Pisa da aprile 2017 a dicembre 2019. 

Leggi tutto “Who cares if one more light goes out?”

Un reddito (universale). Papale papale…

Un articoletto su cui ho lavorato qualche settimana, con appunti presi a partire dalla lettera pontificia che, il 12 aprile 2020, inseriva il tema della “retribuzione universale” nella relazione tra Francesco e i movimenti popolari. Ho lavorato un po’ sulla forma e sul contenuto e ne è emerso un contributo che Pandora Rivista – che ringrazio – ha pubblicato qualche giorno fa. Se vi va, buona lettura!

Leggi tutto “Un reddito (universale). Papale papale…”

Un umanesimo sociale integrale, a prova di virus.

La rete Costituzione, Concilio, Cittadinanza ha lanciato qualche giorno fa una proposta di dibattito aperto, a partire dall’articolo “Appunto per tracciare lo scenario di una cultura politica nuova” di Sandro Antoniazzi – classe 1939, per trent’anni dirigente CISL a Milano e in Lombardia, membro della Commissione Iustitia et Pax della diocesi ambrosiana e di consigli d’amministrazioni di banche popolari, tra gli animatori dell’associazione Comunità e Lavoro. Consapevole del percorso stimolante di analisi sulle questioni del lavoro condotto dal mio spazio associativo, la Rosa Bianca di Pisa, ho provato ad offrire una declinazione dei tempi lanciati.

Leggi tutto “Un umanesimo sociale integrale, a prova di virus.”

Limitazione delle libertà e diritti del lavoro

Nella giornata di oggi ho preso volentieri parte ad un dialogo telematico organizzato da ANPI Parigi, Sardine Parigi e Francia, I Sentinelli Parigi, dedicato a limitazione delle libertà e diritti del lavoro, ultima puntata di una bella serie di iniziative digitali sulle conseguenze della pandemia. Di seguito l’intera registrazione dell’iniziativa su Youtube.

Buona visione!

Leggi tutto “Limitazione delle libertà e diritti del lavoro”

Di lavoro, tempi, vita e (buona?) stampa (neo-)socialista. Just my two cents.

D’accordo, ammetto candidamente di essere stato tra quelli che, in qualche chat amicale, stamane ha rilanciato Avvenire come nuovo quotidiano del socialismo reale. Il giornale dei vescovi italiani che supera a sinistra Repubblica, il nuovo Manifesto, pensa te cosa deve succedere il giorno dopo il 202° compleanno di Marx etc etc.

Leggi tutto “Di lavoro, tempi, vita e (buona?) stampa (neo-)socialista. Just my two cents.”

Taglio al Parlamento? Personalmente, non ci sto.

Domenica 29 marzo saremo chiamati alle urne per il referendum costituzionale confermativo sulla legge costituzionale recante «modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari» e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 12 ottobre 2019, n. 240. Insomma: si voterà sul taglio al numero dei parlamentari.

Leggi tutto “Taglio al Parlamento? Personalmente, non ci sto.”